Home Notizie Caffè Mike, un milione di tazzine

Catalogo


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata
Caffè Mike, un milione di tazzine PDF Stampa E-mail
Alessandria - 17/06/2009

La bustina di zucchero, usata e appallottolata, è stata gettata per strada appena fuori dal ristorante. Il tedesco la nota. È colpito dal disegno, la raccoglie, legge. E parte. Da Moncalvo arriva in via Roveda, una traversa di via Giordano Bruno, ad Alessandria. E diventa un nuovo cliente di Caffè Mike. L' azienda alessandrina che festeggia i 50 anni di attività non ha trovato tutti i suoi clienti in questo modo. Ma l' esempio, certo unico, testimonia come a volte anche il caso faccia la sua parte. Ma al caso Mario Castagnotto non si è mai affidato. Ha iniziato a 25 anni con una piccola torrefazione artigianale, prima in centro, poi trasferita in via Giordano Bruno. Ha puntato su una cosa sola: la qualità del prodotto. Della modalità di miscelazione del caffè non rivelerà mai il segreto. Tutto è il resto è sotto la luce del sole: la moglie Anna e i cinque figli (Loredana e Stefania in amministrazione, Filippo al commerciale, Michele per la parte tecnica, Matteo al gestionale) che oggi gestiscono questa società per azioni che conta su oltre cinquemila clienti, esporta più del 40 per cento (ed è in crescita) il prodotto in Europa (dalla Francia ai Paesi dell' Est), in Arabia Saudita, Giappone, Stati Uniti e Australia (il fronte cinese è l' ultimo obiettivo) e si sta consolidando anche in questa fase economica nella quale la concorrenza e le difficoltà si fanno sentire. Se Mario Castagnotto non rivelerà mai il segreto delle miscele, della scelta commerciale parla volentieri. Perché è quella che fa la differenza del Caffè Mike. Con la qualità e la differenziazione del prodotto. È relativamente minoritaria la produzione che va al dettaglio tradizionale, mentre la maggior parte serve la ristorazione, le aziende, la distribuzione automatica. Cinquemila clienti, un milione e duecentomila tazzine di caffè al giorno, un impianto in grado di lavorare, nell' arco di otto ore, circa cento quintali di caffè con l' ausilio di solo due persone. L' azienda è certificata Iso 9001 da dieci anni e non a caso il titolare parla di "qualità totale" rispetto all' intero processo. Che parte dalla delicata fase di acquisto sui mercati internazionali attraverso le Borse di New York e Londra (con prezzi che sono passati da 600 a 2.200 dollari per tonnellata), dalla scelta delle singole miscele che arrivano da Brasile, Colombia, Nicaragua, Camerun, Repubblica del Congo, all' analisi dei campioni inviati dai produttori. Poi c' è il rapporto con i clienti, magari nato in occasione di Fiere e mercati internazionali, ma tenuto vivo innanzitutto dal rapporto personale diretto. Intanto il caffè arriva ad Alessandria con una media di tre container al mese. Su ognuno viaggiano 320 sacchi da 60 chili. Che vengono stoccati in un magazzino - areato - in corso Acqui: «Qui viene decantato per 90 giorni per togliere l' umidità che si è accumulata nel mese di viaggio» spiega Castagnotto (ha ottenuto nel 2004 il premio per l' Impegno Imprenditoriale della Camera di Commercio). Al termine della torrefazione il caffè viene preparato in grana, macinato o in filtri e cialde

 Articolo pubblicato sul giornale "Il Piccolo" di Alessandria.

 http://www.ilpiccolo.net/articolo_economia%20e%20finanza.php?ARTICLE=5c49f85825de31ccc4c5ba9d2bba55f2
Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Giugno 2009 11:22
 
Link consigliato:
Banner
Copyright © 2019 www.caffemike.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito utilizza i cookie Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito www.caffemike.it Per saperne di più, leggI le seguenti note informative.

Accetto i cookies da questo sito.

Gazzetta ufficiale n. L 201 del 31/07/2002 pag. 0037 - 0047